Versione del libro Maiorum Lingua A

Teseo libera gli Ateniesi dal tributo a Minosse

Pagina 193, versione 19 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Androgeus filius Minois Cretae regis quia multa certamina in Athenarum ludis vicerat dolo ab Atheniensibus iratis necatus erat. Tum Minos…

Traduzione Italiana

Androgeo, figlio di Minosse, re di Creta, poiché aveva vinto molte gare nei giochi di Atene, era stato ucciso con l'inganno dagli Ateniesi irati. Allora Minosse, poiché voleva vendicare la morte del figlio, mosse guerra agli Ateniesi e dopo la vittoria impose loro un terribile tributo: infatti, ogni anno, gli abitanti di Atene dovevano mandare sette ragazzi e sette ragazze sull'isola di Creta. Quando giungevano a Creta, i poveri ragazzi venivano rinchiusi dal re Minosse nel Labirinto, dove erano divorati dal Minotauro, mostro col corpo di uomo e la testa di toro. Allora Teseo, figlio di Egeo, re di Atene, con pochi ma coraggiosi compagni salpa da Atene e si dirige a Creta, dove, con l'aiuto di Arianna, la figlia del re, entra nel Labirinto, uccide il Minotauro e libera Atene dal terribile tributo. Dopo l'impresa Teseo, con i compagni e Arianna, innamoratasi di lui, fugge da Creta e torna in patria vittorioso.

 

Analisi

1. Individua nel testo:

- i sostantivi neutri della III declinazione e scrivine il nominativo e genitivo;

certamen, certaminis;

corpus, corporis;

caput, capitis;

facinus, facinoris.

- le determinazioni di luogo, specificandone la funzione.

in ludis: complemento di stato in luogo figurato, espresso da in + ablativo

in insulam: complemento di moto a luogo, espresso da in ad + accusativo

Cretam: complemento di moto a luogo, espresso, in quanto nome proprio, dall'accusativo senza preposizioni

in Labyrinthum: complemento di moto a luogo, espresso da in + accusativo

Athenis/Creta: complemento di moto da luogo, espresso, in quanto nome proprio di città, dall'ablativo semplice

domum: complemento di moto a luogo, espresso dall'accusativo semplice, poiché il sostantivo domus si comporta come un nome di città

2. Riga 2: dolo è ablativo   [a]  di mezzo   [b]  di modo

3. Riga 6: Cum… perveniebant: cum è   [a]  congiunzione temporale   [b]  preposizione

4. Riga 8: corpôre… capîte sono ablativi   [a]  di modo   [b]  di qualità   [c]  di mezzo

5. Righe 8-9: cum paucis… comitibus è ablativo   [a]  di unione   [b]  di modo   [c]  di compagnia

6. Riga 12: victor è   [a]  soggetto   [b]  predicativo del soggetto