Versione del libro Maiorum Lingua B

Bucefalo, il cavallo di Alessandro Magno

Pagina 175, versione 138, dal libro Maiorum Lingua B.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

De hoc equo dignum memoria est quod cum ornatus erat armatusque ad proelium numquam se ab alio nisi a rege…

Traduzione Italiana

Rispetto a questo cavallo è degno di memoria il fatto che, quando era adornato e armato per la battaglia, non accettò mai di essere cavalcato da altri che dal re. Il cavallo, che si chiamava Bucefalo, sempre accompagnò Alessandro e di nessun altro cavallo il re dei Macedoni volle servirsi in battaglia. Narrano che Bucefalo abbia salvato la stessa vita del re: Alessandro infatti, nella guerra d'India, dopo che, seduto su di esso, aveva compiuto molte e illustri imprese che gli stessi nemici ammirarono, incautamente si addentrò nella massa dei nemici, eccessivamente fiducioso delle proprie forze; invece quando i nemici videro il re solo e lontano dai suoi, gli lanciarono contro molti dardi e frecce per ucciderlo. Il re restò incolume, il cavallo, al contrario, fu colpito da molti dardi; esso tuttavia, sebbene fosse stato trafitto da profonde ferite nel collo e nel fianco, moribondo e come esanime, con un galoppo assai sostenuto riportò il re dal mezzo dei nemici tra i suoi. Dopo che ebbe posto il suo padrone al sicuro, cadde e morì. Allora il re Alessandro, conseguita la vittoria, fondò una città in quegli stessi luoghi e, in onore al cavallo, la chiamò <>.

 

Analisi

quod... inscendi passus est: proposizione dichiarativa

cum... ad proelium: proposizione temporale

cui... erat: proposizione relativa con dativo di possesso

Bucephalum... servavisse: proposizione infinitiva con valore oggettivo

postquam... fecerat: proposizione temporale

quae... mirati sunt: proposizione relativa

cum... conspicati sunt: proposizione temporale

ut eum interficerent: proposizione finale

etsi... professus erat: proposizione concessiva

postquam... collocavit: proposizione temporale

adepta victoria: ablativo assoluto