Versione del libro Maiorum Lingua B

Virtù dell'erba salvia

Pagina 238, versione 159 del libro Maiorum Lingua B.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

"Contra vim mortis non est medicamentum in hortis": hoc adfirmant Scholae Salernitanae medici qui ut hominum morbis vulneribusque mederentur plurimarum…

Traduzione Italiana

"Contro la forza della morte non vi è medicamento negli orti": ciò affermano i medici della Scuola Salernitana che, per guarire le malattie e le ferite degli uomini, hanno sperimentato la potenza e l'efficacia di molte erbe, ma gli stessi aggiungono anche che colui che utilizza quotidianamente la salvia, raggiungerà certamente una vecchiaia inoltrata. La salvia, infatti, fortifica i nervi, toglie il tremore delle mani e allontana la febbre alta. Perciò gli anziani e le anziane sono soliti aggiungere foglie di salvia ai loro cibi e alle loro bevande. Dalla salvia si ricava anche un vino amarognolo ad assaporarsi, che, soprattutto durante l'inverno, fa bene contro i dolori ai reni e ai fianchi e la tosse; questo è altamente alcolico e inebria velocemente. Inoltre si vede salvia di due tipi negli orti: una con le foglie larghe e ruvide, l'altra con le foglie più piccole e raccolte.

 

Analisi

qui... experti sunt: proposizione relativa

ut... mederentur: proposizione finale

qui... utatur: proposizione relativa

quod... valet: proposizione relativa