Versione del libro Maiorum Lingua C

Annibale in fuga

Versione 293 pagina 253 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hannibal noctu Carthagine egressus postero die ad urbem Thapsum pervenit. Ibi eum parata instructaque remigio accepit navis qua ex Africa…

Traduzione Italiana

Annibale, uscito di notte da Cartagine, giunse il giorno dopo nella città di Tapso. Lì lo accolse una nave pronta e predisposta di rematori, con la quale lasciò l’Africa, avendo pietà più spesso della patria che del suo destino. Lo stesso giorno, dopo essersi spostato sulla piccola isola di Cercina e avere trovato in porto navi fenicie, temendo che esse, partite per Tapso o Adrumento, avrebbero potuto dire che egli si trovava a Cercina, alzò le ancore il più in fretta che poté e con il vento favorevole arrivò a Tiro, dove fu ricevuto benevolmente dai fondatori di Cartagine. Partito da Tiro per Antiochia, dopo essere giunto là e avere sentito che il re Antioco si era rifugiato in Asia, accolto con favore dal figlio del re, non ebbe alcun indugio a partire per Efeso, per potere incontrare lì il re. A Efeso lo incontrò che era ancora incerto e indeciso sulla guerra contro i Romani.

 

Analisi

Egressus participio congiunto

ad urbem Thapsum moto a luogo

Thapsum complemento di denominazione

parata instructaque remigio navis participi congiunti

qua ex Africa excessit, relativa

ex africa moto da luogo

saepius comparativo dell’avverbio quam fortunam suam complemento di paragone

Eodem die complemento di tempo cum … traiecisset narrativa

Cum … invenisset narrativa coordinata alla precedente

ne inde profectae Thapsum subordinata dipendente da veritus

vel Hadrumetum nuntiarent ipsum Cercinae esse subordinata coordinata alla precedente

Hadrumetum … esse infinitiva retta da  nuntiarent

ubi a conditoribus Carthaginis benigne exceptus est.  locativa

profectus participio congiunto

cum eo pervenisset narrativa

audissetque narrativa coordinata alla precedente

iam regem Antiochum in Asiam confugisse, oggettiva retta da audisset

exceptus participio congiunto

ut … posset finale

convenire infinito retto da posset

de bello complemento d’’argomento