Versione del libro Maiorum Lingua C

Attivismo di Cesare ed efficienza del suo esercito

Versione 261 pagina 194 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesari omnia uno tempore erant agenda: vexillum proponendum (erat) quod erat insigne cum ad arma concurri oporteret signum tuba dandum…

Traduzione Italiana

Cesare doveva fare tutto in un solo momento: bisognava esporre il vessillo, il quale era il segnale di quando occorreva correre alle armi, dare il segnale con la tromba, richiamare i soldati dalle loro attività, i quali si erano allontanati un po’ di più alla ricerca di materiale da terrapieno, preparare la schiera, spronare i soldati. La scarsità di tempo e l’incalzare dei nemici impediva gran parte di questo. Due fatti erano d’aiuto a queste difficoltà: l’esperienza e l’addestramento dei soldati, i quali, abituati dai combattimenti precedenti, sapevano che cosa fosse opportuno fare e il fatto che ogni legato, esperto di materia militare, a causa della rapidità e della vicinanza dei nemici non attendevano l’ordine di Cesare, ma davano disposizioni da soli su ciò che pareva opportuno.

 

Analisi

uno tempore complemento di tempo

Caesari omnia erant agenda  perifrastica passiva

vexillum proponendum (erat), perifrastica passiva

quod erat insigne relativa

cum ad arma concurri oporteret narrativa

signum tuba dandum, perifrastica passiva

tuba complemento di mezzo

revocandi milites perifrastica passiva

qui … processerant relativa

aggeris petendi causa finale

acies instruenda, perifrastica passiva

milites cohortandi. Perifrastica passiva

qui … sciebant  relativa

esercitati participio congiunto

quid fieri oporteret interrogativa indiretta

quod singuli legati …  non exspectabant  causale

periti participio congiunto

propter propinquitatem et celeritatem  complementi di causa

quae opportuna videbantur, relativa verbo videor nel significato di sembrare