Versione del libro Maiorum Lingua C

Botta e risposta tra Cesare e Divicone

Versione 328 pagina 301 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesar ut reliquas copias Helvetiorum consequi posset pontem in Arari faciendum curat atque ita exercitum traducit. Helvetii repentino eius adventu…

Traduzione Italiana

Cesare, per poter raggiungere il resto delle truppe degli Elvezi, fece costruire un ponte sul fiume Arari e fece attraversare così l’esercito. Gli Elvezi, turbati dall’improvviso suo arrivo, poiché capivano che lui aveva fatto in un solo giorno ciò che loro in venti giorni avevano compiuto con molta difficoltà per attraversare il fiume, gli inviarono rappresentanti. A capo di questa delegazione fu Divicone, il quale era stato capo degli Elvezi durante la guerra di Cassio. Così si comportò con Cesare: se il popolo romano avesse stipulato la pace con gli Elvezi, loro sarebbero passati da quella parte e gli Elvezi sarebbero stati là dove avesse loro ordinato e voluto di esserci; ma se avesse continuato a incalzarli con la guerra, gli avrebbe ricordato sia l’antica disfatta del popolo romano sia l’antico valore degli Elvezi. Così Cesare rispose a costoro: se loro avessero dato ostaggi, perché lui capisse ciò che promettevano di fare, e se avessero chiesto perdona agli Edui per le offese che avevano arrecato a loro stessi e ai loro alleati, se poi avessero chiesto scusa agli Allobrogi, lui allora avrebbe stretto la pace con loro. Divicone rispose: gli Elvezi sono stati educati dai loro antenati così che sono soliti ricevere ostaggi, non darli; il popolo romano ne è testimone. Data questa risposta, se ne andò.

 

Analisi

Ut .. posset finale

pontem in Arari faciendum oggettiva con valore di perifrastica passiva

commoti participio congiunto

quod ipsi diebus XX aegerrime confecerant relativa

ut … transirent finale

illum uno die fecis se oggettiva

cum … intellegerent narrativa

qui … fuerat relativa

si … faceret protasi

ubi eos Caesar constituisset proposizione locativa

atque esse evoluisse coordinata alla precedente

sin bello persequi perseveraret, protasi

reminisceretur apodosi

si … denture protasi

quae polliceantur relativa

ut … intellegat finale

facturos oggettiva

si Haeduis (satisfaciant) de iniuriis  protasi

de iniuriis argomento

quas … intulerint relative

si … satisfaciant protasi

ut obsides accipere, completive

Hoc responso dato ablativo assoluto