Versione del libro Maiorum Lingua C

Cesare si prepara a passare in Germania

Versione 259 pagina 193 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Ubii quia antea obsides Caesari dederant atque in deditionem venêrant purgandi sui causa ad eum legatos mittunt qui doceant neque…

Traduzione Italiana

Gli Ubii, poiché in precedenza avevano consegnato ostaggi a Cesare e si erano arresi, per giustificarsi gli mandarono inviati a informarlo che le sue truppe non erano state inviate dalla sua città contro i Treveri e che la lealtà non era stata da loro danneggiata. Chiesero e pregarono che li risparmiasse, affinché, in virtù dell’odio comune verso i Germani, loro innocenti scontassero punizioni come se fossero colpevoli; se avesse voluto che gli fossero dati più ostaggi, promettevano glieli avrebbero dati. Cesare, appreso il motivo, scoprì che le truppe contro i Treveri erano state mandate dagli Svevi, non dagli Ubii. Accolse la soddisfazione degli Ubii e cercò ingressi e vie d’accesso contri gli Svevi. Nel frattempo, pochi giorni dopo, su informato dagli Ubii che gli Svevi ammassavano tutte le truppe in un solo luogo. Appreso ciò, provvide al rifornimento di grano e scelse una sede adatta per il campo. Agli Ubii ordinò di ritirare il bestiame e di raccoglierlo tutto dai campi nelle loro città, sperando che loro, barbari e uomini inesperti, spinti dal bisogno di alimenti, potessero essere ridotti ad una sfavorevole condizione di combattimento. Decise che gli Ubii mandassero spesso avanguardie verso gli Svevi per sapere che cosa facessero. Gli Ubii fecero come era stato loro ordinato da Cesare e, passati pochi giorni, gli riferirono.

 

Analisi

quia antea obsides Caesari dederant atque in deditionem venerant, due causali coordinate

purgandi sui causa finale

qui doceant neque relativa impropria con valore finale

neque auxilia ex sua civitate in Treveros missa (esse) oggettiva retta da doceant

neque a se fidem laesam. Oggettiva coordinata alla precedente

ut sibi parcat ne completiva

pro nocentibus complemento di vantaggio

ne pendant completiva con valore finale

nocentibus participio sostantivato

si amplius obsidum ille velit dari, protasi

se daturos soggettiva retta da pollicentur verbo deponente

cognita causa, ablativo assoluto

auxilia Treveris a Suebis non ab Ubiis missa esse oggettiva

paucis post diebus complemento  di tempo

Suebos omnes in unum locum copias cogere. Oggettiva retta da fit certior

His cognitis rebus, ablativo assoluto

ut pecora deducant suaque omnia ex agris in oppida conferant, completive coordinate rette da imperat

sperans  participio congiunto

barbaros atque imperitos homines, …   posse deduci oggettiva

adductos participio congiunto

pugnandi gerundio retto da condicionem

ut illi crebros exploratores in Suebos mittant   completiva con valore finale

quidque  … geratur completiva con valore finale coordinata alla precedente interrogativa indiretta

ut … cognoscant completiva  con valore finale

ut est praeceptum a Caesare, incidentale

paucis diebus intermissis ablativo assoluto