Versione del libro Maiorum Lingua C

Cicerone preoccupato per Tirone

Versione 244 pagina 164 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Ante diem V Kalendas Decembres servus Cn. Plancii Brundisii tandem aliquando mihi a te exspectatissimas litteras reddidit datas Idibus Novembribus…

Traduzione Italiana

Prima del quinto giorno delle Calende di dicembre, a Brindisi uno schiavo di Cneo Plancio mia ha finalmente e alla buon’ora reso le lettere da te molto attese, spedite alle Idi di Novembre, che mi risollevarono molto dal fastidio; oh, se mi avessero liberato del tutto! Ma il medico Asclapone mi rassicura tranquillamente che tu presto guarirai. Ora perché dovrei esortarti a usare ogni cura per guarire? Conosco la tua assennatezza, la tua moderazione, il tuo amore verso di me; so che farai ogni cosa per essere con noi il prima possibile. Ma vorrei che tu non ti affrettassi. Resta che te lo chieda e che ti preghi di non navigare alla cieca. I marinai sono soliti andare più veloce per guadagno. Stai attento, Tirone mio! Ti resta il mare vasto e difficile. Ti saluto ancora, caro Tirone. Ho scritto con molta attenzione al medico sul tuo conto. Saluti, salve!

 

Analisi

datas  participio congiunto

quae me molestia valde levarunt (= levaverunt);  relativa

utinam ... liberassent (= liberavissent)!  congiuntivo ottativo

te valentem fore.  oggettiva retta da confirmat

Nunc quid ego te horter interrogativa

ut omnem diligentiam adhibeas ad convalescendum? finale

ad convalescendum finale di secondo grado

te omnia facturum  oggettiva retta da scio

ut nobiscum quam primum sis.  finale

velim congiuntivo presente con valore condizionale

ut ne quid properes.  completiva

ut te hoc rogem completiva

et a te petam costruzione di peto a o ab e l'ablativo della persona a cui si chiede una cosa e accusativo della cosa chiesta (peto chiedere per ottenere, quaero chiedere per sapere)

ne temere naviges. completiva

festinare infinito retto da solent

noster Tiro vocativo

vale imperativo presente attivo seconda persona singolare

de te  complemento d'argomento

diligentissime superlativo dell'avverbio

salve imperativo presente seconda persona singolare