Versione del libro Maiorum Lingua C

Ciò che veramente serve a difenderci dalle avversità della vita

Versione 325 pagina 299 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Aristippus philosophus Socraticus cum naufragio eiectus ad Rhodiensium litus animadvertisset geometrica schemata descripta exclamavisse ad comites dicitur: «Bene speremus! Hominum…

Traduzione Italiana

Aristippi, filosofo socratico, gettato da un naufragio sulla costa di Rodi, dopo essersi accorto che l’isola era stata disegnata in forma geometrica, si dice abbia gridato ai compagni: “Speriamo bene! Vedo tracce di uomini!”. Subito giunse nella città di Rodi, arrivò al ginnasio e, discutendo di filosofia, ricevette dei doni, perché non abbellisse tanto se stesso ma anche coloro che furono insieme a lui, e desse loro per vivere vestiti e ciò di cui avevano bisogno. Quando i suoi compagni vollero ritornare in patria e gli chiedevano perché mai volesse che si facesse rapporto in patria, allora li incaricò di dire così: occorre preparare beni di tal genere e provviste per i figli, che persino dal naufragio potevano salvarsi a nuoto insieme; le vere difese della vita, infatti, sono quelle alle quali non possono nuocere né le circostanze di una sorte ingiusta, né il cambiamento dei governi, né la devastazione della guerra. Non accreditando meno tale affermazione, Teofrasto, esortando ad essere sapienti più che avere fiducia nel denaro, afferma: in ogni città c’è un cittadino sapiente e senza paura può disprezzare le difficili vicende della sorte, ma chi pensasse di essere protetto non dal sapere ma dalla prosperità lotta su una strada non stabile ma debole.

 

Analisi

philosophus Socraticus apposizione più attributo riferiti al soggetto

eiectus participio congiunto

cum … animadvertisset narrativa

exclamavisse  soggettiva retta da dicitur

Rhodum complemento di denominazione

de philosophia complemento di argomento

disputans participio congiunto

ut non tantum se ornaret finale

qui … fuerunt relativa

quae opus essent relativa

sed etiam … praestaret  finale coordinata alla precedente

ad victum complemento di fine

cum … voluissent narrativa

interrogarentque narrativa coordinata alla precedente

quidnam vellet domum renuntiari, interrogativa indiretta semplice

quae … possent enatare relativa

oportere parari infinitva retta da dicere

quibus potest nocere  relativa

augendo gerundio

hortando gerundio

potius esse doctos quam pecuniae confidentes,  periodo comparativo

doctum in omni civitate esse civem oggettiva

difficilesque fortunae sine timore posse despicere casus, oggettiva coordinata alla precedente

se esse vallatum oggettiva

sed infirma conflictari via.  Infinitiva oggettiva coordinata alla precedente