Versione del libro Maiorum Lingua C

Consigli per la scelta degli amici

Versione 311 pagina 275 dal libro Maiorum Lingua C

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Nihil aeque oblectaerit animum quam amicitia fidelis et dulcis. Amicos scilicet vacuos quantum fieri poterit a cupiditatibus eligemus: serpunt enim…

Traduzione Italiana

Nulla conforterà l’animo tanto quanto un’amicizia leale e dolce. Sceglieremo amici evidentemente immuni, per quanto potrà accadere, dalla cupidigia: i vizi infatti serpeggiano, passano a contatto con più vicini e sono dannosi al tocco. Lungi da me insegnarti di non chiamare o seguire nessuno se non è saggio: quando troverai u uomo siffatto che andiamo cercando da tempo? Un piccolissimo male vale quanto il migliore dei mali. Ma ora, in una penuria così grande di uomini valenti, la scelta potrebbe farsi meno difficile. Si evitino tuttavia soprattutto le persone serie e che si lamentano di tutto, tutte le quali soltanto vogliono che il motivo consista nel lamentarsi. Ammettiamo pure che un compagno abbia lealtà e buona disposizione, ma egli è nemico sconvolto della tranquillità e piange per ogni cosa.