Versione del libro Maiorum Lingua C

Druso

Versione 187 pagina 56 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Drusus in quaestura praeturaque dux Raetici deinde Germanici belli Oceanum septemtrionalem primus Romanorum ducum navigavit transque Rhenum fossas novi et…

Traduzione Italiana

Durante la questura e la pretura Druso, a capo della guerra contro i Reti e poi contro i Germani, fu il primo romano a navigare verso l’Oceano settentrionale e al di là del Reno costruì canali di materiale nuovo e grande, ce fino ad ora è chiamato Drusina. Inseguì spesso i nemici anche quando erano stati uccisi e si erano spinti nei deserti più interni. Perciò ottenne il diritto all’ovazione e gli onori del trionfo; e dopo la pretura, subito all’inizio del consolato e alla ripresa della spedizione morì di malattia nell’accampamento estivo, che ora è chiamato Scellerato. La sua salma fu trasportata a Roma attraverso i municipi e le colonie più importanti e fu seppellita nel campo Marzio. L’esercito richiese per lui un tumulo onorifico, il senato decretò tra le molte altre cose un arco di marmo rappresentante le sue vittorie sulla via Appia e a lui e ai suoi discendenti conferì il soprannome di Germanico. Si ritiene che sia stato di animo non meno amante della patria che desideroso di gloria: sottrasse infatti al nemico, oltre alle vittorie, anche le spoglie del generale nemico e inseguì alquanto spesso con tutto il suo esercito i comandanti dei Germani con un rischio elevatissimo e non finse mai che avrebbe restaurato l’antico ordinamento dello stato.

 

Analisi

in quaestura praeturaque stato in luogo

dux complemento predicativo del soggetto

Romanorum ducum complemento partitivo

Primus complemento predicativo del soggetto

quae nunc adhuc Drusinae vocantur relativa

Drusinae complemento predicativo del soggetto

insecutus est deponente da insequor perfetto indicativo terza persona singolare

caesum actum participi congiunti riferiti a hostem

in intimas solitudines moto a luogo

Quas ob res complemento di causa

inito consulatu atque expeditione repetita due ablativi assoluti coordinati tra loro

morbo complemento di causa

Scelerata complemento predicativo del soggetto

in campo Martio stato in luogo

via Appia eccezione complemento di luogo; Appia complemento di denominazione

fuisse infinito soggettivo retto da creditur 

quam civilis secondo termine di paragone riferito a animi 

fuisse animi genitivo di pertinenza con valore di proposizione soggettiva retta da creditur

saepius comparativo dell’avverbio

summo periculo complemento di modo con valore anche concessivo

se pristinum rei publicae statum restituturum (esse).  Proposizione oggettiva, rapporto di

posteriorità con il verbo che la regge, dissimulavit