Versione del libro Maiorum Lingua C

Ho scritto per giovare a molti

Versione 319 pagina 285 dal libro Maiorum Lingua C

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Cum saepe mecum ageres ut de amicitia scriberem aliquid digna mihi res cum omnium cognitione tum nostra familiaritate visa est.…

Traduzione Italiana

Poiché pensavo spesso tra me di scrivere un’opera sull’amicizia, la cosa mi è parsa degna non solo di essere conosciuta da tutti, ma anche della nostra consuetudine. Così feci in modo non controvoglia di essere utile a tutti su tua richiesta. Ma come nel Cato Maior, il tuo scritto riguardante la vecchiaia, ho rappresentato il vecchio Catone discutere, poiché non mi sembrava esistesse nessun personaggio adatto a parlare della giovinezza più di colui il quale fu assai a lungo anziano e fiorì nella vecchiaia stessa oltre altri uomini; così, avendo appreso dai nostri padri che l’amicizia di Lelio e Scipione fu particolarmente oggetto di ricordo, il personaggio di Lelio mi è sembrato adatto a discutere sull’amicizia stessa. Questo genere di dialoghi è basato sull’autorevolezza degli uomini del passato; così io, leggendo di persona la mia opera, sono talvolta tentato di dire che è Catone, non io a parlare.