Versione del libro Maiorum Lingua C

Il sonno degli innocenti

Versione 230 pagina 130 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Non multis ante annis aiunt T. Caelium quendam Tarracinensem hominem non obscurum cum cenatus cubitum in idem conclave cum duobus…

Traduzione Italiana

Non molti anni prima, dicono, un certo Tito Celio, di Tarracina, uomo non sconosciuto, mentre si recava, a cena avvenuta, nella stessa stanza insieme ai figli ragazzi, fu trovato sgozzato il mattino seguente. Dal momento che non si trovava alcuno schiavo o uomo libero sui quali potesse cadere il sospetto e i due figli, dormendo accanto a lui, del resto, dicevano di non aver sentito nulla, i nomi dei figli furono denunciati per parricidio. Che cosa avrebbe potuto essere tanto sospetto? Il fatto che nessuno dei due avesse sentito nulla? Qualcuno d’altronde osò arrischiarsi a entrare in quella camera soprattutto in quel momento in cui c’erano gli stessi due figli i quali avrebbero potuto sentire e difendere facilmente il padre? Non c’era dunque nessuno sul quale tale sospetto potesse ricadere. Tuttavia, una volta che divenne chiaro ai giudici che, aperta la porta, furono trovati i figli dormire, i giovani furono assolti e liberati da ogni sospetto. Nessuno pensava infatti che ci fosse qualcuno che, avendo contaminato tutte le leggi divine e umane con un turpe delitto, avesse potuto subito prendere sonno, per il fatto che chi commise una scelleratezza tanto grande non solo non può stare tranquillo senza affanno, ma nemmeno respirare senza paura.

 

Analisi

Non multis ante annis complemento di tempo

T. Caelium quendam,  ... Tarracinensem, hominem non obscurum,  ... inventum esse mane iugulatum.  oggettiva retta da aiunt

cum,  .... cubitum  isset proposizione narrativa

cenatus participio congiunto

in idem conclave stato in luogo

cum duobus adulescentibus filiis complemento di compagnia

Cum  ... reperiretur proposizione narrativa

neque liber reperiretur proposizione narrativa

ad quem ea suspicio pertineret,  proposizione relativa

cubantes participio congiunto

cum ... dicerent proposizione narrativa

ne sensisse quidem se oggettiva retta da dicerent

de parricidio  complemento di colpa

Quid poterat tam esse suspiciosum?  interrogativa diretta semplice

neutrumne sensisse?  interrogativa diretta semplice

ausum autem esse quemquam  interrogativa  espressa da un'oggettiva

se in id conclave committere oggettiva retta da ausum esse

in id conclave moto a luogo

eo potissimum tempore complemento di tempo

potissimum superlativo dell'avverbio

cum ibidem essent duo adulescentes  filii proposizione narrativa

qui et sentire et defendere facile possent relativa

et sentire et defendere infiniti retti da possent

in quem ea suspicio conveniret relativa

cum planum iudicibus esset factum, narrativa

aperto ostio ablativo assoluto

dormientes eos repertos esse,  oggettiva con valore dichiarativo

quemquam esse  oggettiva retta da putabat

qui,  ...cum omnia divina atque humana iura scelere nefario polluisset  narrativa; capere potuisset  relativa

scelere nefario complemento di mezzo

propterea quod ...  non modo sine cura quiescere, sed ne spirare quidem sine metu possunt  causale

quiescere spirare infiniti retti da possunt

qui tantum facinus commiserunt,  relativa