Versione del libro Maiorum Lingua C

La fama delle imprese dipende da poeti e scrittori

Versione 289 pagina 249 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Atheniensium res gestae sicuti ego aestumo satis amplae magnificaeque fuere verum aliquanto minores tamen quam fama feruntur. Sed quia provenere…

Traduzione Italiana

Le imprese degli Ateniesi, come io credo, furono sufficientemente famose e grandi, ma qualche volte quanto meno importanti, tuttavia, di quanto siano tramandate dalla fama. Ma poiché allora fiorirono scrittori di grande ingegno, celebrarono per il mondo le imprese degli Ateniesi come se fossero le più grandi. Così il valore di coloro che le compirono è tanto grande quanto le menti illustri con le loro parole poterono esaltarlo. Ma il popolo romano non ebbe mai una simile abbondanza di scrittori, poiché i più assennati erano propensi soprattutto alle azioni, nessuno teneva in esercizio l’ingegno senza il corpo, i migliori preferivano agire anziché parlare, che le loro imprese fossero lodate da altri invece che raccontarle essi stessi. In pace e in guerra dunque si coltivavano i buoni costumi; la concordia era massima, l’avidità minima. Il buon diritto presso di loro aveva vigore non grazie alle leggi, ma per natura. Le contese, la discordia, l’odio per i nemici li tenevano in esercizio, i cittadini gareggiavano con cittadini in fatto di valore. Erano sontuosi nelle grandi preghiere agli dei, modesti a casa, leali agli amici. Con questi due strumenti, il coraggio in guerra, dove la pace avveniva con giustizia, avevano cura di sé e dello stato.

 

Analisi

quam fama complemento di paragone

minores aggettivo grado comparativo di maggioranza da aggettivo positivo parvus

quia provenere ibi scriptorum magna ingenia, causale

qui fecere relativa

quia prudentissumus quisque maxume negotiosus erat, causale

ubi pax evenerat aequitate, temporale