Versione del libro Maiorum Lingua C

La strage di Vaga

Versione 247 pagina 169 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Iugurtha postquam bellum incipit cum magna cura parare omnia festinare cogere exercitum civitatis quae ab se defecerant formidîne aut ostentando…

Traduzione Italiana

Giugurta, dopo l’inizio della guerra, preparava tutto con grande cura, accelerava, radunava l’esercito, minacciava con la paura o con l’ostentazione di ricompense le città che erano passate contro di lui, proteggeva le sue zone, attirava armi, lance, schiavi dei Romani e tentava con il denaro persino coloor che si trovavano nelle guarnigioni, non tollerava insomma che qualcosa restasse non scalfito o tranquillo, si dava completamente da fare. A Vaga, dunque, dove Metello aveva stabilito una guarnigione, i capi della città cospirano tra loro; la massa, come perlopiù suole accadere, e soprattutto quella dei Numidi, volubile, era incline alle rivolte e alla discordia, avido di sovversioni, avverso alla quieta inerzia. In seguito, in un giorno di festa, ora l’uno l’ora altro invitano i centurioni, i tribuni militari e lo stesso prefetto della città, Turpilio Silano, nelle loro case; tutti, ad eccezione di Turpilio, vengono ammazzati durante il banchetto. Successivamente aggrediscono i pochi soldati inermi, come suole accadere in tale giorno. Lo stesso fanno al popolo, alcuni istruiti dai nobili, altri eccitati dalla passione per tali gesti.

 

Analisi

postquam bellum incipit temporale

cum magna cura  complemento di modo

parare  infinito storico

festinare infinito storico

cogere  infinito storico

quae ab se defecerant relativa

formidine aut ostentando  ablativi di modo

adfectare infinito storico

communire  infinito storico

allicere  infinito storico

qui in praesidiis erant  relativa

pecunia  ablativo di mezzo

pecunia temptare infinito storico

pati infinito storico da patior verbo deponente

agitare infinito storico

Vagae genitivo locativo

quo Metellus praesidium imposuerat proposizione locativa

inter se  complemento di relazione

ut plerumque solet, incidentale

ingenio mobili complemento di qualità

die festo complemento di tempo

palantes  participio congiunto

ut solet in tali die,  incidentale