Versione del libro Maiorum Lingua C

Perché si porta l'anello al dito anulare?

Pagina 25, versione 174 del libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Veteres Graecos anulum habuisse in digito accepimus sinistrae manus qui minimo est proximus. Romanos quoque homines aiunt sic plerumque anulis…

Traduzione Italiana

Abbiamo appreso che gli antichi Greci portarono l’anello al dito della mano sinistra, il quale è pochissimo vicino. Si dice perlopiù che anche i Romani abbiano usato gli anelli. Arpione dice che la ragione di ciò si trova nei libri dedicati agli Egizi, poiché si scoprì, una volta sezionati dei corpi umani, che un nervo molto sottile che iniziava solo da quel dito di cui abbiamo parlato giungeva al cuore umano.

 

Analisi

Veteres Graecos anulum habuisse in digito sinistrae manus: oggettiva

qui minimo est proximus: relativa propria

plerumque anulis usitatos (esse): oggettiva

Causam esse huius rei in libris «Aegyptiacis» hanc: oggettiva 

quod repertum est nervum tenuissimum ab eo uno digito ad cor hominis pervenire: dichiarativa/ soggettiva

insectis humanis corporibus: ablativo assoluto