Versione del libro Maiorum Lingua C

Pompeo abbandona il campo di battaglia

Versione 254 pagina 183 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Pompeius ut equitatum suum pulsum vidit atque eam partem cui maxime confidebat perterritam animadvertit sibi aliisque diffisus acie excessit protinusque…

Traduzione Italiana

Pompeo, non appena vide che la sua cavalleria era stata respinta e si accorse che la parte in cui confidava particolarmente era terrorizzata, diffidando di sé e dei suoi, uscì dalla schiera e subito si ritirò a cavallo nell’accampamento ai suoi centurioni, che aveva collocato in presidio alla porta pretoria, disse chiaramente di dare ascolto ai soldati: “Badate al campo e difendeteli con zelo, se dovesse accadere qualcosa di più grave. Io circondo le altre porte e rafforzo le difese del campo”. Dopo aver detto questo, si ritirò nel pretorio diffidando dell’impresa e , tuttavia, attendendone l’esito. Cesare, scacciati i Pompeiani spaventati dentro la trincea, ritenendo che fosse opportuno non concedere alcuno spazio, esortò i soldati a sfruttare l’aiuto della sorte ed assediare l’accampamento. Essi, benché stanchi per il gran caldo (l’impresa era stata prolungata fino a mezzogiorno), obbedirono tuttavia al comando pronti a subire ogni fatica. Quelli che erano rimasti nella trincea non poterono più a lungo resistere al fitto numero delle lance, ma lasciavano la zona feriti, e subito tutti, poiché i comandanti si erano serviti dei centurioni e dei tribuni militari, si rifugiarono su altissimi colli, che erano vicini all’accampamento.

 

Analisi

ut ... vidit temporale

equitatum suum pulsum  oggettiva dipendente da vidit

cui maxime confidebat, relativa

eam partem perterritam  oggettiva retta da animadvertit

diffisus participio congiunto

quos in statione ad praetoriam portam posuerat,  relativa

ut milites exaudirent:  finale

Tuemini imperativo presente  deponente seconda persona plurale

defendite  imperativo presente seconda persona plurale

si quid durius acciderit. Periodo ipotetico (protasi)  defendite costituisce l’apodosi

Haec cum dixisset  proposizione narrativa

Exspectans participio congiunto

Pompeianis perterritis intra vallum compulsis, ablativi assoluti

Existimans participio congiunto

nullum spatium dari oportere oggettiva; dari retto da oportere l’oggettiva è retta da existimans

ut beneficio fortunae uterentur  completiva con valore finale

uterentur  regge beneficio

castraque oppugnarent. Completiva con valore finale coordinata alla precedente

etsi fatigati concessiva

magno aestu complemento di causa

parati participio congiunto

qui in vallo constiterant, relativa

confecti participio congiunto

usi participio congiunto regge gli ablativi strumentali ducibus centurionibus tribunisque

qui ad castra pertinebant, relativa