Versione del libro Maiorum Lingua C

Rapidità di Cesare nelle decisioni militari

Versione 307 pagina 267 dal libro Maiorum Lingua C

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Altero die Caesar cum ad oppidum Senonum Vellaunodunum venisset ne quem post se hostem relinqueret quo expeditiore re frumentaria uteretur…

Traduzione Italiana

Il giorno seguente Cesare, dopo essere arrivato alla città dei Senoni Vellaunoduno, per non lasciare alcun nemico dietro di sé, per sfruttare più liberamente il rifornimento di grano, decise di assediarla e in due giorni la circondò con una steccata; il terzo giorno, dopo che dalla città furono mandati dei rappresentanti a trattare della pace, ordinò di raccogliere le armi, mostrare le bestie e consegnare seicento ostaggi. Lasciò il legato Gaio Tribonio a portare a termine questo; egli stesso, per compiere il prima possibile il viaggio, partì per Cenabo, città dei Carnuti; riferitagli la conquista di Vellaunoduno, poiché pensavano che la situazione sarebbe stata prolungata ancora, per sorvegliare Cenabo preparavano una guarnigione che inviavano là. In due giorni Cesare arrivò là. Collocato il campo davanti alla città, impossibilitato dalla poca luce, rimandò l’assalto al giorno seguente e, dal momento che il ponte del la Loira toccava la città di Cenabo, temendo che gli abitanti fuggissero di notte dalla città, ordinò che due legioni armate montassero la guardia.