Versione del libro Maiorum Lingua C

Resa dei Pompeiani

Versione 268 pagina 207 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesar castris potitus a militibus contendit ne in praeda occupati reliqui negotii gerendi facultatem dimitterent. Pompeiani in quodam monte constiterunt.…

Traduzione Italiana

Cesare, impadronitosi dell’accampamento, cercò di ottenere dai soldati di non trascurare la possibilità di compiere il resto dell’impreso, nonostante fossero impegnati a fare bottino. I Pompeiani si erano riuniti su una collina. Ai piedi di esso scorreva un fiume. Cesare, dopo aver incitato i soldati, benché fossero provati dalla fatica dell’intera giornata che li teneva a freno e fosse sopraggiunta la notte, divise tuttavia il fiume con una barriera difensiva, affinché di notte i Pompeiani non potessero rifornirsi d’acqua. Compiuto ciò, i Pompeiani incominciarono a trattare la resa. Pochi senatori, i quali si erano uniti a loro, di notte cercarono di salvarsi fuggendo. All’alba Cesare ordinò che tutti coloro i quali si erano accampati sulla collina scendessero dai luoghi elevati in pianura e attaccassero. Lo fecero senza rifiutarsi e, gettatisi a terra in lacrime con le mani protese, gli implorarono di salvarli; Cesare ordinò loro di alzarsi e, dopo aver parlato poco della loro futilità, perché si spaventassero di meno, li risparmiò tutti e ai suoi soldati affidò il compito che nessuno di loro fosse oltraggiato, né che gli richiedessero alcunché.

 

Analisi

Potitus participio congiunto

ne in praeda occupati reliqui negotii gerendi facultatem dimitterent completiva retta da contendit

occupati participio congiunto riferito a reliqui nominativo maschile plurale

negotii gerendi gerundivo dipendente da facultatem

cohortatus participio congiunto

etsi totius diei continenti labore erant confecti  concessiva

noxque iam suberat, coordinata concessiva

ne noctu aquari Pompeiani possent finale

aquari infinito retto da possent

Quo perfecto opere ablativo assoluto

Agere infinito retto da coeperunt

qui se cum eis coniunxerant, relativa

nocte complemento di tempo

fuga complemento di modo

prima luce complemento di tempo

qui in monte consederant, relativa

omnes eos … descendere atque arma proicere infinitive rette da iussit

proiecti flentes participi congiunti

eos consurgere infinitiva retta da iussit

de lenitate sua complemento d’argomento

locutus deponente da loquor participio congiunto riferito al soggetto maschile singolare

quo minore timore adfecti essent finale

ne qui eorum violaretur, completiva