Versione del libro Maiorum Lingua C

Scontro navale al largo di Alessandria

Versione 213 pagina 102 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesar ut per se consilium capêret quid sibi faciendum esse videretur navem conscendit atque omnem classem se sequi iussit nullis…

Traduzione Italiana

Cesare, per sembrare che stesse prendendo una decisione da solo su che cosa si dovesse fare, salì su una nave e ordinò a tutta la flotta di seguirlo, senza l’imposizione di nessuno dei nostri soldati, poiché, mentre si allontanava un poco lontano, non voleva privare le guarnigioni. Una volta arrivato al luogo chiamato Chersoneso e avendo sbarcato a terra i rematori alla ricerca di acqua, alcuni di quel numero, essendosi allontanati troppo dalle navi per fare bottino, furono sorpresi dai cavalieri nemici. Tra questi vennero a sapere che Cesare era arrivato con la flotta e che non aveva nessun soldato sulle navi. Scoperto ciò, credettero che la sorte avesse loro offerto la possibilità di conseguire un buon risultato. Così allestirono di difensori tutte le navi che avevano preparato per la navigazione e andarono incontro a Cesare mentre ritornava con la flotta. Essi non volevano combattere quel giorno per due ragioni: non avevano alcun soldato sulle navi e il fatto si svolgeva dopo l’ora decima; la notte poi sembrava che avrebbe arrecato una fiducia maggiore a loro che confidavano nella conoscenza dei luoghi. Perciò trascinò a terra le navi che poté, nel luogo in cui non pensava che sarebbero sopraggiunti.

 

Analisi

Ut … caperet finale

quid videretur interrogativa indiretta; costruzione impersonale di videor

sibi faciendum esse infinitiva retta da videretur con valore di perifrastica passiva

classem se sequi oggettiva retta da iussit

cum … discederet  cum narrativo

impositis participio aggettivale

nudare infinito retto da nolebat

ad eum locum moto a luogo

cum … accessisset cum narrativo

qui … appellatur Chersonesus  relativa

aquandique causa finale

in terram moto a  luogo

cum … exposuisset narrativa

praedatum finale

cum … processissent narrativa

Ex his partitivo

Caesarem ipsum in classe venisse oggettiva retta da cognoverunt

Qua re comperta ablativo assoluto

gerendae rei gerundivo

magnam sibi facultatem fortunam obtulisse oggettiva retta da crediderunt

quas paratas habuerant relativa

ad navigandum,  finale

duabus de causis complemento di causa

eo die complemento di tempo

dimicare infinito retto da nolebat

quod …   habebat causale

post horam X complemento di tempo

quod… agebatur causale coordinata alla precedente

nox autem adlatura videbatur maiorem fiduciam  costruzione personale di videor

qui locorum notitia confidebant. Relativa

Quibus de causis complemento di causa

quas potuit Caesar, quem non existimabat  relative

in locum illos successuros (esse) oggettiva retta da existimabat