Versione del libro Maiorum Lingua C

Sei stato giovane anche tu!

Versione 310 pagina 272 dal libro Maiorum Lingua C

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

C. Plinius Iuniori suo s. Castigabat quidam filium suum quod sumptuosius equos et canes emerat. Huic ego iuvene digresso: «Heus…

Traduzione Italiana

Plinio saluta il suo Iuniore Un tale rimproverava suo figlio per avere comprato cavali e cani in modo troppo caro. A costui io dico, allontanato il giovane: “Ehi tu, quando eri giovane, non hai forse fatto ciò che tuo padre poteva prendere? Lo hai fatto o no? Talvolta fai ciò che tuo figlio, se all’improvviso egli diventasse padre e tu suo figlio, con uguale severità biasimerebbe? Forse che tutti gli uomini sono spinti da uno sbaglio? Forse che uno è indulgente con il suo errore, un altro con questo? Io, reso attento dall’esempio di un rigore smisurato, ti ho scritto perché ti voglio bene, affinché anche tu in futuro non tratti tuo figlio troppo duramente e aspramente. Pensa che sia lui che te siete stati ragazzi; dal momento che sei padre, comportati così da ricordare che sei uomo e padre di un uomo. Stai bene!