Versione del libro Maiorum Lingua C

Un naufragio al largo della Sicilia

Pagina 27, versione 175 del libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Rerum scriptores narrant bello Punico primo M. Aemilium Paulum et Ser. Fulvium Nobiliorem consules ex Italia cum ingenti classe ad…

Traduzione Italiana

Gli storici raccontano che durante la prima guerra punica i consoli Marco Emilio Paolo e Servio Fulvio Nobiliore partirono dall’Italia per l’Africa con una grande flotta, quando combatterono con i Cartaginesi. Dopo che il console Emilio li ebbe vinti in una battaglia navale, fece affondare moltissime navi nemiche, ne mise in fuga altre, catturò le rimanenti con i soldati e arricchì i suoi soldati di un ingente bottino. Allora i Romani avrebbero potuto conquistare Cartagine, ma ben presto gli approvvigionamenti iniziarono a mancare e tanta era la fame che l’esercito romano non poté trattenersi più a lungo in territorio nemico. I consoli, ritornando in patria con la flotta vincitrice, subirono un naufragio nei pressi della Sicilia. Si sollevò infatti all’improvviso una forte tempesta al punto che la maggior parte delle navi furono disperse.

 

Analisi

bello Punico primo M. Aemilium Paulum et Ser. Fulvium Nobiliorem consules ex Italia cum ingenti classe ad Africam profectos esse: oggettiva

proeliatum: temporale

Quos cum Aemilius consul navali certamine superavisset: cum narrativo con valore temporale

tanta erat fames, ut diutius Romanorum exercitus in hostium finibus morari non potuerit: consecutiva

redeuntes: consecutiva

Nam tam saeva procella de improvviso coorta est, ut pleraeque naves disiectae sint: consecutiva