Versione del libro Maiorum Lingua C

Un salutare sogno di Alessandro

Versione 205 pagina 87 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Cum Ptolemaeus familiaris Alexandri in proelio telo venenato ictus esset eoque vulnere summo cum dolore moreretur rex ei adsïdens somno…

Traduzione Italiana

Dopo che Tolomeo, un amico di Alessandro, fu colpito in battaglia da una freccia avvelenata e a causa di quella ferita morì con grandissimo dolore, il re, sedendo vicino a lui, si assopì in sonno. Si dice che gli sia comparso in sogno quel serpente che sua madre Olimpia allevava, che portasse in bocca una piccola radice e che allo stesso tempo gli dicesse dove era nata (il luogo non era lontano dall’accampamento), e che la sua forza fosse tanto grande che avrebbe guarito facilmente Tolomeo. Dopo che Alessandro ebbe raccontato da sveglio il sogno agli amici, furono inviati alcuni a cercare quella radice; una volta trovata, si dice che guarirono tanto Tolomeo quanto i soldati che erano stati feriti allo stesso modo.

 

Analisi

Familiaris complemento predicativo del soggetto

Telo venenato complemento di mezzo + attributo

Cum … ictus esset  proposizione narrativa

summo cum dolore complemento di modo

cum … moreretur proposizione narrativa

visus (esse) ei soggettiva retta da  dicitur

visus esse ei draco is  … radiculam ore ferre et simul dicere  costruzione personale di videor

ubi illa nasceretur proposizione locativa

a castris complemento di allontanamento

eius autem esse vim tantam oggettiva retta da dicere

ut Ptolemaeum facile sanaret. Consecutiva

experrectus participio congiunto

cum … narrasset  proposizione narrativa

qui illam radiculam quaererent; relativa impropria con valore finale

qua inventa ablativo assoluto

Ptolemaeus sanatus soggettiva dipendente da dicitur

qui erant eodem genere teli vulnerati.  Relativa