Versione del libro Maiorum Lingua C

Una terribile tempesta

Pagina 19, versione 172 dal libro Maiorum lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Primus dies quietum iter praebuit; proximus ei nondum quidem procellosus et tristis obscurior tamen pristino non sine minis crescentis mali…

Traduzione Italiana

Il primo giorno permise un viaggio tranquillo; il seguente, non ancora tempestoso e infausto, ma più buio del precedente trascorse non senza le minacce del male crescente. Il terzo giorno lampi divampavano da ogni parte del cielo, e a momenti brillando lo splendore della luce, a momenti spento incominciarono ad atterrire non solo gli occhi, ma anche gli animi dell’esercito in marcia. Vi era quasi un continuo frastuono nel cielo, e in più luoghi si scorgevano le forme dei lampi che cadevano; con le orecchie sconvolte l’esercito stupefatto non osava proseguire né arrestarsi. All’improvviso la pioggia che infondeva grandine si diffonde come un torrente e in un primo momento l’avevano sopportata in quanto coperti dalle loro armi; ma ormai le mani, irrigidendosi, non erano in grado di tenere le armi scivolose, né essi stessi decidere dove rivolgersi.

 

Analisi

cadentium: participio con valore relativo

incutiens: participio con valore relativo

Obscurior aggettivo al grado comparativo di maggioranza nominativo maschile singolare

Crescentis participio aggettivale riferito a mali

coeperunt verbo fraseologico che regge gli infiniti terrere, emicare

attonitisque auribus complemento di causa

audebat verbo servile; regge progredi, considere

poterant verbo servile; regge retinere, destinare

in quam regionem obverterent relativa