Versione del libro Maiorum Lingua C

Un’astuzia di Annibale

Versione 323 pagina 294 dal libro Maiorum Lingua C.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hannibal Antiocho fugato verens ne Romanis dederetur quod sine dubio accidisset si sui fecisset potestatem Cretam ad Gortynios venit ut…

Traduzione Italiana

Annibale, dopo la fuga di Antioco, temendo di essere consegnato ai Romani (cosa che indubbiamente sarebbe accaduta se avesse loro dato la possibilità di catturarlo), giunse a Creta a Gortina, per riflettere su dove rifugiarsi. Egli, uomo dalle mille astuzie, vide che si sarebbe trovato in grande pericolo se non avesse provvisto a qualcosa, a causa dell’avidità dei Cretesi: portava con sé infatti una gran quantità di denaro, della quale sapeva che si era sparsa la fama. Così prese una tale decisione. Riempì di piombo moltissime anfore le coprì fino alla cima di oro e argento. Alla presenza dei capi delle città le depose nel tempio di Artemide, fingendo di affidare le sue ricchezze alla loro lealtà. Spinti questi in errore, riempì con tutto il suo denaro delle statue di bronzo che portava con sé e le buttò nel cortile di una casa. Gli abitanti di Gortina sorvegliarono il tempio con grande attenzione, non tanto da altri quanto da Annibale, affinché a loro insaputa non le prendesse e le portasse con sé. Così, salvati i suoi beni, il Cartaginese, avendo beffato tutti i Cretesi, giunse in Ponto a Prusa.

 

Analisi

Antiocho fugato ablativo assoluto

Dederetur subordinata di verens

Quod Accidisset causale

Si … ferisse … protasi

ad Gortynios venit apodosi

quo se conferret proposizione locativa

ut … consideraret finale

omnium genitivo partitivo complemento di paragone del superlativo relativo (secondo termine di paragone)

magno se fore periculo oggettiva

nisi quid providisset protasi

propter avarizia complemento di causa

de qua sciebat relativa

exisse famam infinitiva

plumbo complemento di materia

auro et argento complementi di materia

praesentibus principibus  ablativo assoluto

simulans participio congiunto

se suas fortunas illorum fidei credere. Oggettiva

His in errore inductis ablativo assoluto

Quas … portabat relative

magna cura complemento di modo

inscientibus iis ablativo assoluto

ne … tolleret finale

secumque lucere finale coordinata alla precedente

conservatis suis rebus ablativo assoluto

illusis Cretensibus omnibus ablativo assoluto

in Pontum moto a luogo