Versione del libro Nova Lexis

Agostino e L'impero Romano

Traduzione della versione di latino dal libro "Nova Lexis "

Testo Originale Latino

Potestas regni atque imperii dar ipotest solum a Deo vero qui datarus est felicitatem in regno caelorum solis piis; regnum…

Traduzione Italiana

La facoltà di regnare e comandare, in verità, può essere concessa soltanto da Dio (verifica la punteggiatura), che nel regno dei cieli ha intenzione di concedere la felicità soltanto ai pii (religiosi, in senso cristiano); mentre (darà) il regno terreno sia ai pii sia agli empi, così come piace a Lui, e a Dio non piace nulla di ingiusto. Dunque un solo vero Dio, che non ha mai abbandonato il genere umano e che non lo abbandonerà mai, anticamente diede il potere temporale (lett. regno) ai Romani. Dunque il mondo e quasi tutto l’universo, in verità, è sia retto sia guidato (governato in senso lato) da un unico Signore, come piace a Lui: le cause sono segrete, ma mai ingiuste. Così anche i periodi di guerra sono a discrezione del Signore, come nel Suo giusto giudizio vi è misericordia o di sterminare o di far rinascere il genere umano, cosicché alcune guerre finiscono prima, altre più tardi. Dunque i Cristiani devono sempre pregare il vero Dio con grande fede.