Versione del libro Nova Officina

Alcuni successori di Romolo

Traduzione della versione di latino dal libro "Nova Officina "

Testo Originale Latino

Romulo Numa Pompilius in regnum succedit. Numa operas pacificas curabat quia bella et arma non diligebat. Itaque multa et nova…

Traduzione Italiana

A Romolo succede nel regno Numa Pompilio. Numa si dedicava ad opere pacifiche, poichè non amava le guerre e le armi. E così stabilisce molte e nuove regole, costruisce templi, fonda i sacerdozi. Muore di malattia nel 43esimo anno del suo impero. Dopo Numa Tullio Ostilio succede nel regno e riprende le guerre. Infatti supera in guerra con le armi le truppe degli albani, sottomette Veio e Fidene, aggiunse il celio a roma e amplia con nuove villaggi la città. Quando muore dopo molti anni, il potere passa a Tarquinio Prisco. Tarquinio dapprima costruisce il circo, dove i romani guardavano i giochi. Aggiunge ai territori di roma molti campi dei sabini e per primo celebra il trionfo entro le mura della città. Costruisce le cloache poichè l'acqua inquinava le vie urbane. Dopo costruisce il campidoglio. Dopo Tarquinio prende il potere Servio Tullio, nato da una donna di oneste origini, ma prigioniera e ancella.