Versione del libro Nova Officina

Il lupo e i pastori

Traduzione della versione di latino dal libro "Nova Officina "

Testo Originale Latino

Olim pastor quidam amicos ad convivium invitaverat ut nuptias suas celebraret.. Magnus numerus convivarum ead epistulas convenerat et magna cum…

Traduzione Italiana

un giorno un tale pastore aveva invitato gli amici ad un banchetto per celebrare le sue nozze. un grande numero di commensali si era radunato al pranzo e banchettavano con grande gioia e applausi tra cibi e bevande. un lupo, poichè aveva udito i loro allegri rumori, giunse dal vicino bosco alla porta della casa del pastore per vedere che cosa c'era. avendo visto le ossa di molte pecore che giacevano da tutte le parti a terra davanti alla porta, rimproverò severamente i commensali con queste parole: "voi avete ucciso impunemente molte pecore per mangiarle, io, invece, se , affamato, prendo una delle pecore per non essere ucciso dalla fame, subito ricercate x tutto il bosco con i bastoni e con i cani e disponete molte trappole per cercarmi e punirmi. e tuttavia io non sono spinto dall'avidità del cibo a rapire e divorare le pecore, ma dalla fame. voi, invece, uccidete molte pecore per festeggiare un giorno di festa". allora uno tra i commensali: "ma noi mangiamo le nostre pecore, non di altri