Versione del libro Nova Officina

Onorificenze per i benemeriti della comunità

Traduzione della versione di latino dal libro "Nova Officina "

Testo Originale Latino

Omnium populorum consuetudo est cives bene de civitate meritos vel artifices suis operibus illustres praemiis et honoribus decorare et ornare.…

Traduzione Italiana

E' consuetudine di tutti i popoli che i cittadini benemeriti e valorosi della città, e quelli illustri per le loro opere siano decorati e ornati con premi e onori. La consuetudine di premi e lodi anticamente fu anche presso i romani e i greci. Presso i Greci, dopo la battaglia di maratona, per perpetuare la memoria di una così illustre vittoria venne eretto un tumulo con i nomi dei vincitori e iscrizioni nel luogo, in cui gli uomini forti caddero per la libertà della patria. Presso i Romani, era stato istituito il trionfo per i comandanti vincitori, nel quali i soldati, i centurioni, i tribuni e i comandanti supremi avanzavano. I comandanti supremi portavano sulla testa una corona di alloro per simbolo di comando e vittoria. Erano donati ai soldati molti e diversi generi di premi, quando si erano distinti in combattimento per forza e virtù. Infatti era lecito portare al collo collane preziose o ornare le teste e la fronte con corone di vario genere. E erano decisi doni anche per gli scrittori, per gli artisti e i vincitori in gare poetiche dagli antichi e così erano onorate le lettere e le scienze.