Versione del libro Nova Officina

Un capro credulone

Traduzione della versione di latino dal libro "Nova Officina "

Testo Originale Latino

Vir vafer cum in periculum venit effugium petit dolo et aliorum damno.Vulpecula in puteum cadit neque evadere e loco obscuro…

Traduzione Italiana

Un uomo astuto, quando si presenta un pericolo, cerca un rifugio con l'inganno ed il danno degli altri. Una piccola volpe cadde in una pozzo e non poteva uscire dal luogo buio, poichè il pozzo era profondo e lei stessa poco forte. Mentre sale spesso e tenta con grande ostinazione di salire sino alla cima, un caprone, desideroso di acqua, raggiunge il pozzo. Appena vede la volpe nel profondo, domanda: "È fresca e pura l'acqua del pozzo?". Allora la scaltra volpe prepara l'inganno e le insidie e con parole subdole risponde così al caprone:" Se scendi qui, amico, potrai gustare l'acqua fresca e gradevole per la tua gola". Lo sciocco caprone non capisce l'inganno della scaltra volpe e scende in acqua, subito la volpe balza sul dorso dell'amico, sale dal dorso senza pericolo sino in cima e salva scappa all'aperto. La favola insegna: "spesso i furbi superano con l'astuzia e il senno gli sciocchi e ingannano la forza degli avversari"