Versione del libro Varie

La disfatta di Canne

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Cum Hannibal in Apuliam pervenissetRoma contra eum Aemilium Paulum et Terentium Varronem consules misitqui apud Cannas castra posuerunt.Ibi alter consulqui…

Traduzione Italiana

Essendo Annibale giunto in puglia, roma mandò contro di lui i consoli E. Paolo e T. Varrone, che posero l'accampamento presso Canne. Qui uno dei due consoli, che era a capo in quel giorno dell'esercito, allestì la schiera in pianura e lottò con Annibale incautamente. Allora grande fu la sconfitta per l'esercito dei romani: narrano infatti che Annibale abbia mandato in patria tre (modios) di anelli che i cartaginesi avevano tolto dalle dita dei romani. Emilio Paolo morì in battaglia combattendo strenuamente, Varrone trovò la salvezza con pochi cavalieri con la fuga. Avendo i romani saputo la notizia di tanta sconfitta, tutti accorsero al foro. Le donne imploravano gli dei affinchè distogliessero la grande rovina che immineva alla città, tutti infatti credevano che Annibale avrebbe assediato la stessa città. Ma Annibale, ignorando quanti soldati rimanessero in città, non assediò roma e cambiò tragitto per condurre l'esercito ai quartieri invenali.