Versione del libro Varie

Lamento di Marte ferito da Diomede

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Bello TroianoGraecis Troianisque acriter utrimque pugnantibusaccidit ut deus Mars a DiomedeMinervae auxiliovulneraretur.Tum Marsqui gravi dolore cruciabaturstatim ex proelio excessit atque…

Traduzione Italiana

Nella guerra troiana, combattendo l'uno con l'altro acremente Greci e Troiani, accadde che il dio Marte fu ferito da Diomede, con l'aiuto di Minerva. Allora Marte, che era crucciato dal forte dolore, subito uscì dal combattimento e salì in Olimpo, dove pregò il padre Giove affinchè richiamasse Minerva dal combattimento e la rimproverasse per il fatto che, per aiutare un mortale, aveva ferito un immortale. Dopo aggiunse: Quando mai gli dei gareggiano con altri dei? Minerva è causa della mia ferita, puniscila o padre! Giove rispose a Marte: Non attribuire la colpa della tua ferita, o Marte, a Minerva, la colpa è tua. Infatti se tu, dio della guerra, non ti divertissi con combattimenti e strafi, non ci sarebbero guerre e gli dei e gli uomini vivrebbero in pace e concordia. La ferita di Marte venne guarita da Peone, medico degli dei.