Versione del libro Varie

Patroclo

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Inter omnes constat Achillemcuius virtus in bello Graecis maxime profuerata proeliis afuisse ob iniuriam Agamemnonisqui omnibus Graecis praeerat graviterque eius…

Traduzione Italiana

tra tutti è noto che Achille, la cui virtù aveva molto giovato ai greci in guerra, sia stato lontano dallo scontro per l'offesa di Agamennone, che era a capo di tutti i greci e che aveva offeso gravemente il suo animo. Nè l'eloquenza di Ulisse, nè le preghiere degli amici, nè i preziosissimi doni di Agamennone avevano potuto placare l'ira di Achille. E così agli achei mancò il suo aiuto, per il fatto che a quelli (oberat). Infatti Ettore comandante dei troiani, quando seppe che negli scontri non era presente Achille, portò una grande strage di nemici e li spinse alla somma disperazione. Allora Patroclo, assai amico di Achille, non potendolo richiamare alla guerra ,ottenne da quello di essere presente alla battaglia contro i teucri con le armi di Achille. Achille ammonì l'amico di non avanzare incontro ai dardi dei nemici. E' noto che Patroclo, immemore dei consigli è privato dalla speranza di vittoria, abbia provocato Ettore, a cui nè (desum) al virtù nè l'aiuto di Apollo, e che sia andato incontro a una triste morte.