Versione del libro Varie

Prima guerra punica: affermazione romana sul mare

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Caius Duiliusprimus Romanorumnavali proelio Poenos devicit.Iscum vidisset naves Romanas a Punicis velocitate superaricorvos excogitavitvidelicet machinam ad comprehendendas hostium naves tenendasque…

Traduzione Italiana

Caio Duilio sbaragliò per primo i Cartaginesi in una battaglia navale. Egli,vedendo che le navi romane venivano superate in agilità da quelle puniche, fece disporre uncini di ferro, chiamati "corvi"(che chiamarono corvi). Quel congegno si rivelò di grande utilità per i Romani, infatti collocando quei corvi, catturavano la nave nemica, quindi,dopo aver gettato un ponte, saltavano su di essa(sulla nave) e combattevano con la spada come in una battaglia terrestre; onde per cui ai Romani,che erano superiori per forza fisica ,la vittoria fu facile. Mentre si combatteva, furono catturate trenta navi dei nemici, tredici (furono sommerse)affondarono. Duilio tornò vincitore a roma e per primo celebrò un trionfo navale. Non ci fu una vittoria più gradita ai Romani, poichè ormai potevano essere invincibili sulla terra, ma anche soprtattutto sul mare. Pertanto ,fu concesso a Duilio di tornare da una cena a spese dello Stato con una fiaccola accesa per tutta la vita e con una flautista che lo accompagnava suonando.