Versione del libro Varie

Uccisione di Pompeo

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Post Pharsalicum proelium et Caesaris victoriam Pompeius cum uxore et liberis suis ad Ptolemaeum Aegypti regem confugit. Ibi non salutem…

Traduzione Italiana

Dopo la battaglia di Farsalo e la vittoria di Cesare, Pompeo con la moglie e i suoi figli si rifugiò da Tolomeo re dell'Egitto. Qui non trovò la salvezza, come sperava, ma la morte. Infatti, il comandante quando scese dalla nave nel lido, Settimio, prefetto di Tolomeo, (cerca confodit) con (mucrone) il suo corpo e , avendo tagliato la testa, lasciò sul lido il tronco. Servio Codro, cittadino romano, che viveva in egitto, lo trovò e lo cremò. Le sue ceneri con un umile funerale le seppellì nella sabbia e inscrisse sul tumulo un titolo: qui giace il grande Pompeo. La sua testa portò (achilla), ministro di Tolomeo, a Cesare ma quello girò i suoi occhi per non vederla e pianse. Dopo chiese le ceneri perchè fosse seppellito con la testa con onori.