Versione del libro Varie

Versione senza titolo

Traduzione della versione di latino dal libro "Varie"

Testo Originale Latino

Canius eques Romanus villam iuxta mare emere volebat cum piscandi esset studiosissimus. Phythius (Pizio) quidam quem vaferrimum hominem esse sciebant…

Traduzione Italiana

Canio, cavaliere romano voleva comprare una casa vicino al mare, essendo assai desideroso di pescare. Pizio, che sepeva che l’uomo era assai (veferrimum), disse a quello di avere una casa di questo tipo ma che non la voleva vendere a nessun prezzo, tuttavia invitò presso di lui Canio affinché vedesse la piacevolezza di quel luogo. Intanto si erano riuniti in quel luogo molti marinai e aveva ordinato a quelli di portare molti pesci e di fingere di averli pescati vicino alla villa. Essendo venuto Canio e avendo visto tanto cibo e reti piene di pesci di ogni specie, pregò Pizio di vendere a qualunque prezzo la case. Quello inizialmente negò, poi fingendo di essere dispiaciuto annuì alle preghiere di quello, stabilì il prezzo. Canio comprò a tanto quanto volle Pizio. Dopo alcuni giorni il compratore convoca alla villa i suoi familiari, lui stesso viene tardi, non vede alcun (scalmum). Stupendosi, chiede ad un servo che era in casa: perché oggi non vedo alcun pescatore? I pescatori sono oggi in vacanza? A quello questo: nessuno è solito pescare qui dove non si trova neanche un piccolo pesce.