Versione di Vitruvio

Una regina scaltra ed animosa

Traduzione della Versione "Una regina scaltra ed animosa" di Vitruvio

Testo Originale Latino

Post mortem Mausoli, Artemisia uxore eius regnante, Rhodii indignantes mulierem imperare civitatibus Cariae totius, armata classe, profecti sunt ut id regnum occuparent. Artemisiae cum esset id renuntiatum, in interiore Halicarnassi portu abstrusam classem, celatis remigibus, comparavit; relinquos autem cives in muro esse iussit. Cum autem Rhodii ornatam classem in portum maiorem exposuissent, plausum iussit ab muro his dare pollicerique se oppidum tradituros. Qui cum penetrassent intra murum, relictis navibus inanibus, Artemisia repente, fossa facta, in pelagus eduxit classem ex portu minore, et ita invecta est in maiorem. Expositis autem militibus et remigibus, classem Rhodiorum inanem abduxit in altum. Ita Rhodii, non habentes quo se reciperent, in medio conclusi, in ipso foro sunt trucidati. Dein Artemisia, in navibus Rhodiorum suis militibus et remigibus impositis, Rhodum est profecta. Rhodii autem cum prospexissent.

Traduzione Italiana

Dopo la morte di Mausolo, regnando sua moglie Artemisia, gli abitanti di Rodi (rodiesi), sdegnati per il fatto che una donna dominasse le città di tutta la Caria, armata una flotta, partirono per conquistare quel regno. Dopo che ad Artemisia fu riferito ciò , ella allestì una flotta nascosta nel porto più interno di Alicarnasso, nascosti i rematori; però ordinò ai rimanenti cittadini di stare sul muro. Poi quando i Rodiesi avevano dispiegato una flotta ben equipaggiata nel porto maggiore, ordinò di fare loro un applauso dal muro e di promettere che avrebbero consegnato la città. Appena i Rodiesi furono entrati all’interno del muro, lasciate le navi incustodite, ad un tratto Artemisia, essendo stato scavato un canale , fece uscire verso il mare una flotta dal porto minore, e così entrò nel maggiore. Quindi, messi in vista i soldati e i rematori, portò via verso l'alto mare la flotta rodiese vuota. Così i Rodiesi, non avendo dove mettersi in salvo, bloccati al centro, furono trucidati proprio nella piazza. Quindi Artemisia, messi sulle navi dei Rodiesi i suoi soldati e rematori, raggiunse Rodi. I Rodiesi, viste le loro navi in arrivo ornate d'alloro, pensando che i concittadini tornassero vittoriosi, accolsero i nemici in città.